3 modi per guadagnare dal tuo corso


Quando si pianifica un corso bisogna sempre fare un business plan con tutte le spese e le previsioni degli incassi. Di solito le voci delle spese sono sempre tante, mentre si incassa solo dalla vendita dei biglietti. In questo articolo ti mostro come guadagnare anche in altri modi.

Dopo che hai organizzato il tuo corso (qui trovi 7 consigli per farlo) Bisogna sempre sapere come si pagherà il corso.

1. Sviluppare un “business plan” per il tuo corso

Un corso può essere finanziato da
  • sponsorizzazioni (solo se si è già un po’ conosciuti),
  • dalla vendita di biglietti,
  • dalla vendita di spazi espositivi

e ovviamente dalla combinazione di tutti e tre. Quando si crea il budget per il corso, è necessario stimare quanto denaro può realisticamente entrare da ogni area. Prima di prenotare il locale o firmare qualsiasi contratto, bisogna capire se o sia una cifra che possiamo coprire in qualche modo o se, in caso di cifre piccole, possiamo perderla.  Spesso gli hotel permettono di avere una dead line entro la quale si può disdire la prenotazione senza pagare una penale, questo unito alla vendita di biglietti in anticipo permette di programmare un corso senza troppi rischi.

2. Creare un budget di spesa – e risparmiare denaro attraverso donazioni sponsor “in natura”

Se si contattano degli sponsor o degli standisti si possono stringere degli accordi che non considerino lo scambio di denaro. Se uno sponsor vende materiale per ufficio e a te servono quaderni e penne per il corso, puoi farti dare quello che ti serve. In cambio dell’inserimento del suo logo nella comunicazione del tuo corso o di una presenza con stand per le giornate della formazione. Vedrai che troverai molte più porte aperte!

3. Considera il crowdfunding

Esistono delle piattaforme di crowdfunding nelle quali è possibile pubblicare il tuo corso e trovare persone che in cambio di una piccola ricompensa decidono di finanziarlo. Ovviamente questo serve se il corso ha una certa dimensione e corrispettiva spesa, perché se è un corso destinato a poche persone non vale la pena.

 

 

Se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi articoli e ricevere l’ebook “5 passi per diventare un formatore professionista” in regalo, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *